Sommario

Visita i Giardini di Boboli a Firenze, un capolavoro del Rinascimento italiano

Situato dietro Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli è la grande oasi di Firenze. Conosciuta per la sua "architettura verde", i suoi paesaggi terrazzati e il suo fascino rinascimentale, vanta sculture, fontane e zone d'ombra perfette per picnic o p...

Fondato nel

1766

Trovato da

Giorgio Vasari

Florence

Informazioni rapide

DURATA CONSIGLIATA

1 hour

Orari

8:15–18:30

VISITATORI ALL'ANNO

4000000

NUMERO DI INGRESSI

4

ENTRATA NELL'UNESCO

2013

Pianifica la tua visita

Lo sapevi?

Il Giardino di Boboli è nato oltre quattro secoli fa dagli orti dietro Santa Felicita in Oltrarno. Nel 1418, Luca Pitti acquistò questi giardini e commissionò la costruzione di Palazzo Pitti, che in seguito divenne la residenza della potente famiglia Medici.

Concepito come uno spazio nobile, il Giardino di Boboli segnava la distinzione tra la corte dei Medici e il popolo fiorentino. Qui si tenevano feste e incontri esclusivi, accessibili solo all'aristocrazia dell'epoca.

Esplora uno dei segreti meglio custoditi di Boboli: le storiche ghiacciaie incastonate tra l'anfiteatro e il prato del Pegaso. Queste grotte artificiali parzialmente interrate fungevano da primi frigoriferi, mantenendo un ambiente perennemente freddo per conservare cibi e bevande deperibili grazie alla neve trasportata dall'Abetone.




Prenota biglietti per il Giardino di Boboli

Biglietti per Palazzo Pitti, Galleria Palatina e Giardino di Boboli
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
1 h
Altri dettagli
a partire da
34,90 €
City Pass per Firenze valido 5 giorni: biglietti per la Galleria degli Uffizi, Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
1 min
Altri dettagli
a partire da
57 €
Tour guidato: Palazzo Pitti, Giardino di Boboli e Galleria Palatina
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
3 h
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
98 €
Tour guidato del Miglio dei Medici con biglietti per il Giardino di Boboli
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
2 h
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
49 €

Storia del Giardino di Boboli in breve

  • 1418: Luca Pitti acquista il terreno dietro Palazzo Pitti, che in seguito diventerà il Giardino di Boboli.
  • 1549: la famiglia Medici, sotto Cosimo I de' Medici e sua moglie Eleonora di Toledo, acquista Palazzo Pitti e inizia a realizzare il Giardino.
  • 1550-1570: engono intrapresi importanti lavori di costruzione e sistemazione dei giardini, con progetti di Niccolò Tribolo, Bartolomeo Ammannati e Giorgio Vasari.
  • 1593-1631: sotto il governo di Ferdinando I de' Medici, i giardini si ampliano ulteriormente. Viene aggiunta la Grotta Grande progettata da Bernardo Buontalenti.
  • XVIII secolo: il giardino subisce un profondo restauro e si arricchisce di nuovi elementi, come la Kaffeehaus, con la sua vista panoramica su Firenze.
  • XX secolo: il Giardino di Boboli viene aperto al pubblico. 
  • 1982: il centro storico di Firenze, compreso il Giardino di Boboli, viene dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Chi ha realizzato il Giardino di Boboli?

Giardino di Boboli biglietti

I giardini devono la loro incredibile struttura simmetrica all'architetto Niccolò Pericoli, detto Tribolo. I giardini devono il loro innovativo design simmetrico all'architetto Niccolò Pericoli, detto Tribolo. Con il patrocinio della famiglia Medici, Tribolo immaginò un capolavoro rinascimentale, dove si fondevano arte e natura. Tra le altre sue opere famose ricordiamo la Villa Medici di Poggio a Caiano, la Cappella funeraria di Eleonora di Toledo e le ville medicee La Petraia e Villa Castello. Oggi l'eredità di Tribolo continua a ispirare artisti e visitatori, lasciando un segno indelebile nella storia della cultura.

Architettura verde del Giardino di Boboli: progetto e realizzazione

Il Giardino sono la quintessenza dello stile architettonico rinascimentale e della filosofia dell'architettura verde, in cui ambiente naturale e artificiale si fondono. Realizzato a partire dal1549 per la duchessa Eleonora di Toledo, il Giardino fu concepito per creare una miscela armoniosa di paesaggi scultorei ed elementi architettonici.

Il Giardino di Boboli fu realizzato da Tribolo, con interventi successivi di architetti come Bartolomeo Ammannati e Bernardo Buontalenti, per creare un ambiente che rispecchiasse gli ideali rinascimentali di equilibrio, proporzione e armonia. La disposizione del Giardino, con le sue colline terrazzate, i prati estesi e i sentieri serpeggianti, è stata progettata per integrarsi nella topografia naturale della regione di Firenze. Oggi è un rifugio dalla frenesia del centro urbano di Firenze. È la più antica testimonianza di giardino all'italiana, che offre sia un riparo dalla calura estiva sia un'esperienza museale all'aperto, ricca di storia e di arte. Passeggiando per i giardini, potrai apprezzare bellezze naturali e realizzate dall'uomo, come aiuole ben curate, alberi maestosi e sculture e fontane classiche.

Eredità del Giardino di Boboli

Visita Giardino di Boboli

Il Giardino di Boboli a Firenze è un'importante eredità della famiglia Medici ed è un ottimo esempio di giardino all'italiana. Ha ispirato numerosi altri giardini europei, come quelli Versailles in Francia, i Giardini Botanici Reali di Kew in Inghilterra e i Giardini del Castello di Schönbrunn in Austria, tra gli altri.

Anche altri famosi giardini di Firenze, come il Giardino Bardini, il Giardino delle Rose e il Giardino dei Semplici, portano tracce dell'influenza di Boboli.

Domande più frequenti sul Giardino di Boboli

Perché è importante il Giardino di Boboli?

Il Giardino di Boboli ha ricoperto un ruolo importante e popolare nel corso dei secoli grazie al suo ricco patrimonio storico, alla sua squisita architettura verde, alla sua splendida flora e alla sua importanza culturale. Risalente al XVI secolo, fu originariamente progettato come rifugio privato dell'influente famiglia Medici. Ospita splendide sculture, fontane e grotte progettate da artisti rinomati come Bernardo Buontalenti e Giambologna, a testimonianze delle conquiste artistiche e architettoniche dell'epoca. Ti sembrerà di passeggiare in un museo a cielo aperto, dove ogni angolo ha una storia da raccontare. Inoltre, l'appartenenza al Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO aumenta il prestigio di questo luogo straordinario.

Perché fu realizzato il Giardino di Boboli?

Come complemento di Palazzo Pitti, fungendo da estensione esterna della residenza granducale. Commissionato dalla duchessa Eleonora di Toledo nel XVI secolo, fu progettato per mostrare la ricchezza, il potere e la raffinatezza artistica della famiglia Medici. Doveva inoltre essere uno spazio per il tempo libero, l'intrattenimento e il ritiro, offrendo un ambiente pittoresco per passeggiate, eventi sociali e contemplazione in mezzo alla bellezza della natura.

Cosa si può fare al Giardino di Boboli?

In mezzo a una vegetazione lussureggiante e ad affascinanti siti storici, hai a disposizione un'infinità di attività. Passeggia tranquillamente attraverso sentieri curati, ammira sculture e fontane, rilassati in angoli tranquilli e approfitta della vista panoramica di Firenze. Puoi esplorare grotte nascoste e architetture imponenti, fare un picnic, scattare foto memorabili e approfondire la ricca storia e il patrimonio artistico del giardino. Se invece cerchi la tranquillità, qui trovi un silenzio magico e bellissimi fiori, come appariscenti glicini viola. Un'altra deliziosa sorpresa è il Museo della Porcellana, che ospita alcune delle più belle e complesse opere provenienti da tutta Europa.

Per quale stile architettonico è noto il Giardino di Boboli?

Quello rinascimentale, caratterizzato da disegni geometrici e simmetrici e dall'integrazione di elementi naturali come alberi, aiuole e giochi d'acqua.

Il Giardino di Boboli è adatto alle famiglie?

Certo! I bambini possono girare liberamente, esplorare gli affascinanti elementi del giardino e persino fare un picnic. È perfetto per un'avventura all'aria aperta in cui c'è molto da imparare e trascorrere del tempo insieme nella natura.

Ci sono visite guidate e vale la pena farle?

Certamente! Condotti da guide esperte, questi tour approfondiscono l'affascinante storia dell'arte e dell'architettura dei giardini, aggiungendo alla preziosi approfondimenti e curiosità. Grazie alla loro esperienza, le guide possono anche aiutarti a orientarti nel parco, perché tu non ti perda i luoghi più caratteristici e le scoperte più piacevoli. Sarà come avere un narratore personale, che renderà la visita al Giardino di Boboli non solo formativa, ma anche divertente.

Quanto tempo richiede una visita al Giardino di Boboli?

Almeno 2-3 ore. Prenditi il tempo necessario per immergerti nelle meraviglie artistiche e apprezzare l'ambiente tranquillo.

Durante la visita al Giardino di Boboli, posso fare foto?

Certo! Ci sono tantissimi luoghi pittoreschi in cui immortalare bei ricordi o lasciarsi andare all'ispirazione artistica.

Il Giardino Bardini fa parte del Giardino di Boboli?

No, si trovano entrambi a Firenze, ma sono adiacenti. Offrono esperienze e offrono attrazioni diverse, inoltre i due giardini hanno storie e fascino distinti.

Che rapporto ha il Museo delle Porcellane con il Giardino di Boboli?

Entrambi sono strettamente legati al complesso di Palazzo Pitti a Firenze. Posizionato in cima alla collina che domina i giardini, il Museo delle Porcellane è ospitato nel “Casino del Cavaliere”. Questa posizione strategica, scelta come rifugio del Granduca, è un ambiente sereno in cui è possibile ammirare una vasta collezione di oggetti in porcellana. Puoi accedere al museo dal giardino e ammirare alcuni dei più raffinati servizi da tavola reali provenienti da tutta Europa.